domande e risposte sui pannolini lavabili

Domande e risposte sui pannolini lavabili

Una cara mamma mi ha lasciato un commento ad un post che io avevo scritto tempo fa sui pannolini lavabili.

Ho pensato che creare un nuovo post intitolato “domande e risposte sui pannolini lavabili“, fosse la scelta migliore, in termini di spazio.. e poi in questo modo forse saremo entrambe d’aiuto ad altri genitori alla ricerca di notizie, curiosità, perché non è mai facile capire quale sarà il modello giusto da acquistare per i nostri bimbi. I pannolini lavabili, se posso dirlo, sono una giungla, ci sono moltissime informazioni, peccato siano sparse in vari siti! 

Domande e risposte sui pannolini lavabili

koalino ha scritto:

Ciao Carissima Linda, i complimenti per l’impegno sono superflui credo…ho solo qualche domanda da rivolgerti, da mamma “in attesa” e che si sta documentando: i pannolini lavabili, di qualsiasi tipo siano, sono davvero così comodi? mi riferisco alle problematiche di “conservazione” prima del lavaggio, frequenza del lavaggio e soprattutto LUOGO e tempi per l’asciugatura!!!! in previsione di circa un annetto a casa x maternità potrei pure organizzarmi, ma al successivo rientro full-time al lavoro che faccio?! e di conseguenza mi chiedo: al nido li accetteranno?!?! Grazie per i consigli…Koalino – 24 ottobre 2008 15.37

Ecco le mie risposte, sotto ad ogni domanda..spiego tutto. 🙂

Conservazione prima del lavaggio

I pannolini lavabili secondo me non sono difficili da gestire, quando cambierai il tuo bambino invece di buttare nella spazzatura il pannolino basterà metterlo in un secchio provvisto di coperchio. Se sarà sporco di cacca prima togli quello che puoi con la carta igienica, poi prima di riporlo nel secchio potresti eventualmente passarlo sotto l’acqua corrente. E’ un’operazione veloce, di solito capita di farlo anche con i body che si sporcano (anche usando gli U&G).
Alcune mamme nel secchio mettono dell’acqua e bicarbonato, lasciando quindi in ammollo i pannolini. Il bicarbonato neutralizza gli odori, ma ti assicuro non sono sgradevoli come l’usa e getta!! Li puoi lasciare lì 2-3 giorni al massimo, non di più perché potrebbero fare la muffa.

Frequenza del lavaggio

La frequenza del lavaggio dipende un po’ da quante lavatrici di solito fai e da quanti pannolini acquisterai.
Se hai intenzione di usare i lavabili da subito, di lavatrici all’inizio dovrai farne comunque tante perché il bimbo durante il giorno si sporca spesso (rigurgiti, feci liquide), i pannolini li puoi mettere insieme al resto del bucato a 40°-60°, magari puoi usare del percarbonato per igienizzare il tutto, ma non è indispensabile. Di detersivo se ne deve usare pochissimo 1/4 della dose normale questo perché può irritare la pelle del bimbo e poi perché i pannolini se assorbono troppo detersivo perdono la loro assorbenza. Devono essere risciacquati bene, se hai una lavatrice che ti permette di fare un super risciacquo, usalo, andrà a beneficio del bimbo.

Tempi e luogo per l’asciugatura

I pannolini lavabili andrebbero stesi all’aria e al sole (il sole neutralizza le macchie e li igienizza), ma come si fa? in città è impensabile, se hai anche tu un micro appartamento, allora devi fare attenzione all’acquisto dei pannolini oppure procurarti un asciugatrice.
Ti sconsiglio gli AIO perché se devi stendere in casa, ci mettono tanto ad asciugare, potrebbero farti la muffa.
Io uso i prefold, sono dei rettangoli di stoffa assorbente, si asciugano abbastanza in fretta se li metti sul termosifone o all’aria, ma ci vuole un po’ di pazienza per metterli al bimbo perché vanno piegati e fissati con i gancetti.
I ciripà asciugano in un attimo perché sono fatti di maglina sottile staccata dall’inserto assorbente. Ottimi per i neonati perché raccolgono bene le feci liquide e sono morbidissimi, ma anche loro devono essere piegati.
I pocket sono pannolini che asciugano bene perché sono fatti di microfibra all’interno e pul all’esterno, hanno l’inserto che si stacca dal resto per cui reputo che l’asciugatura sia rapida. L’uso penso sia facile perché devi solo inserire l’inserto nella tasca e sono come un usa e getta. Io se mi arrivano un po’ di soldi pensavo di comprarne per il mio piccolo anche perché come inserto ci posso mettere i prefolds che già ho.


Al nido li accetteranno?

Purtroppo questo dipenderà dal nido, ci sono mamme che sono riuscite a convincere il nido, ogni giorno portano il loro sacchetto (in pul) di pannolini puliti e alla sera lo riportano a casa con i pannolini da lavare. Non sempre però vengono accettati perché questi pannolini comportano un lavoro in più in quanto devono essere cambiati più spesso, perché il bimbo rimarrebbe a contatto con il bagnato (se il pannolino a contatto con la pelle è di tessuto naturale), cosa che non succederebbe invece con un usa e getta. Le mamme che ci sono riuscite, hanno portato al nido pannolini AIO e pocket, in questo modo hanno risolto il problema “come si mette” e della sensazione di bagnato, in quanto sono praticamente identici agli altri usa e getta!

Foto post: https://unsplash.com/@irinamurza

Tags: No tags

9 Responses

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *