fimo

Il Fimo: che cos’è e come si lavora

Vediamo com’è fatto il fimo e come si può lavorare per creare bomboniere e bijoux personalizzati da indossare!

Il fimo

Guarda anche come uso la macchina per la pasta per farmi dei cartoncini con le texture!

fimo

Il fimo è una pasta sintetica dura che diventa modellabile con il calore della mani.
Si presenta venduto in panetti e in più varianti colorate.

Per poterlo lavorare occorre come prima cosa scaldarlo: si prende un pezzo e per mezzo minuto lo si scalda tenendolo tra le mani, per accelerare i tempi si può in alternativa metterlo vicino ad una fonte di calore tenue, come ad esempio una lampada o un termosifone.

Le superfici migliori per modellare il fimo sono quelle che non creano aderenza, come ad esempio: il vetro, la carta forno e le piastrelle. E’sempre consigliabile lavare bene le mani prima di procedere al lavoro e anche pulire bene la superficie dove lo si andrà ad appoggiare, in questo modo non ci troveremo materiali estranei che potrebbero incorporarsi durante la manipolazione.

La pasta modellabile può essere lavorata sia a mano libera, che con l’aiuto degli stampi in silicone. Gli stampi di misura medio-piccola, sono utili per poter ottenere degli oggetti di dimensioni micro, difficilmente realizzabili con gli strumenti normali destinati alla modellazione.

Vedi qui un tutorial per usare gli stampi di silicone.

Gli strumenti per la lavorazione indispensabili per poter iniziare sono: un taglierino, un matterello in plastica senza scanalature, un punteruolo, uno spazzolino per creare delle texture particolari sulla pasta e un pennello per verniciare.

Dopo la lavorazione e la creazione degli oggetti si procede con la cottura nel forno elettrico. La cottura che dovrà avvenire ad una temperatura di 130° o 110° per 30 minuti circa, permetterà alla pasta di diventare dura, dopodiché non sarà più possibile lavorarla nuovamente.

Una volta che si è raffreddato può essere colorato con i colori acrilici, incollato a supporti e anche verniciato per donargli un aspetto lucido.
Se non lo si è usato completamente, il  panetto di fimo dovrà essere conservato al riparo dalla luce e anche dalla polvere. Avvolgetelo di nuovo nella sua confezione di plastica e poi inseritelo in una scatola di latta con il suo coperchio.

Il fimo può essere usato per creare piccoli oggetti decorativi per biglietti e bomboniere, oppure perle con cui realizzare dei veri e propri gioielli.


Guarda qui alcuni esempi:


Esistono in commercio vari colori che si possono miscelare fra loro per ottenere sfumature differenti.
Guardate questo tutorial in cui mostra come miscelare i colori e creare un effetto marmorizzato.

Tags: No tags

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *