Il mio viaggio a Londra: vetrine e negozi creativi

Chi ha potuto leggere il mio blog prima di Pasqua, avrà notato il post in cui annunciavo il mio viaggio a Londra.
Pochi giorni, ma molto intensi, li ho passati in questa meravigliosa capitale, guardando e ammirando il più possibile ogni posto.

La visita agli storici monumenti e ai musei non è di certo mancata, ma ad attirare la mia attenzione sono state anche le vetrine dei negozi.
Così colorate, piene di creatività e uniche nel loro genere!
Abituata a palazzi grigi e senza particolare personalizzazione, scoprire che a Londra il colore vive in armonia con i quartieri storici, è stata davvero una sorpresa. Case, finestre, porte e negozi hanno colori variopinti e la creatività di certo non manca!

Ecco qualche foto di quello che ho potuto vedere, ho fotografato in realtà molto poco, una sola scheda di memoria non sarebbe bastata per memorizzare tutto!

South Bank

Ganesha è un negozio di commercio equo e solidale formato da Jo Lawbuary e Purnendu Roy, situato nel quartiere South Bank di Londra, lungo il Tamigi.
Importano mobili per la casa e accessori dall’India, con un occhio di riguardo verso il riciclo.

Curiosando all’interno del negozio, trovato ahimè chiuso, ho notato borse intrecciate con plastica e carta, gioielli ed alcuni vestiti.

Come decorazione della vetrina ci sono le immancabili bandierine a contornare il tutto.

La cosa però che mi ha colpito più di tutte è senz’altro l’esterno del negozio, tutto colorato di un bel rosa pastello e con decorazioni mosaico che lo rendevano unico nel suo genere.
In questa foto ne potete vedere un particolare scattato da vicino.

Camden Town

Camdem town, sede di un variopinto mercatino multiculturale, era intriso di colore e sapori incredibili.

Ogni negozio qui recava all’esterno maxi insegne 3d e disegni raffiguranti i prodotti venduti all’interno.

Per gli appassionati di souvenir, qui si trova di tutto, dall’oggetto kitsch pensato soprattutto per il turista, al prodotto artigianale (basta cercare con attenzione tra le bancarelle).

Tra le tante botteghe che affollano Camdem Town, c’è n’è una in particolare a cui non sono resistita e ha meritato una visita: All Saints, un negozio di abbigliamento (287 Camden High Street).

Vi chiederete il motivo…ma per la vetrina piena zeppa di macchine da cucire!

Tutte macchine Singer che abbellivano anche i banchi all’interno. Il negozio aveva un sapore un pò retrò, gli interni sembravano quelli di una vecchia fabbrica, con tubi e scale in metallo su cui salire per arrivare agli altri piani.

Tags: No tags

16 Responses

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *