Tabata: tanti modi per portare il proprio bebè!

scritto da & catalogato come ALTRO.

Passeggiando per le strade mi capita sempre più spesso di vedere mamme e papà portare i propri bambini in fasce e marsupi portabebè.

Questa usanza mi ha sempre affascinata. E’un metodo usato da sempre nelle culture dove i passeggini non sono ancora arrivati, forse non ci arriveranno mai, e mi fa pensare a qualcosa di tribale, di genuino.

Mi sono sempre immaginata come una di queste mamme che camminano con  il bambino in fascia, accucciolato sulla pancia come un canguro, o di lato, dietro la schiena come un piccolo koala!

Ma in realtà non sono un’esperta di questo metodo. Cosi ho cominciato a documentarmi, per capirlo, e credetemi, non ho ancora trovato un motivo per non usare una fascia!

Sul sito tabatashop.com ho trovato una vastissima varietà di fasce, marsupi portabebè e il fino ad ora a me sconosciuto Mei Tai!

Tabata è un sito online dove i futuri genitori troveranno tutto quello che può servire ad un bambino in arrivo. Prodotti naturale ed ecologici che cercano di ridurre al massimo l’impatto sull’ambiente, rispettando la cura dell’uomo e del bambino.

Per chi vuole avvicinarsi al mondo delle fasce e portabebè visitare il sito Tabata è un obbligo!

I modelli

Le fasce si distinguono in: fasce rigide, elastiche, ad anelli e fasce pouch.

La fascia rigida è un telo di cotone privo di bottoni, fibbie anelli o nodi che viene legata attorno al corpo del bambino e del portatore, così da garantire un comodo e confortevole sostegno al bimbo e a chi lo porta.

Il cotone è certificato, proviene da coltivazione biologica ed è colorato con sostanze atossiche per non irritare la pelle. Sul sito troverete piu di 10 modelli di fasce rigide, di vari colori e fantasie.

La fascia lunga elastica è di cotone soffice e morbido, permette di portare i bambini in diverse posizioni dalla nascita fino al raggiungimento di 13 kg, piu o meno 24 mesi. La sua elasticità e morbidezza la rendono un ottimo supporto anche per i piccoli nati prematuri.

La fascia ad anelli, detta anche amaca, è di cotone, è corta ed ha una coppia di anelli ad una delle due estremità. Questa fascia permette di portare i bambini in diverse posizioni: dalla nascita fino ai 15 kg, più o meno tre anni. E’ la migliore per chi vuole portare i bambini sul fianco.

La fascia pouch è di cotone e leggermente elastica, cucita a forma di anello e si indossa unicamente a tracolla. Avvolge il bebè in un dolce abbraccio e scarica il suo peso sulla schiena di chi lo porta senza cedere.

Il Mei Tai invece, è un supporto di antica origine asiatica costituito da un pezzo quadrato di stoffa che sostiene il corpo del bambino, con alle estremita delle bande di tessuto con cui legare il piccolo al corpo del portatore. Con il Mei Tai è possibile portare i bimbi fino al raggiungimento dei 15-20 kg. E’ in taglia unica e disponibile in diversi modelli, colori e fantasie.

Esiste anche il marsupio ergonomico, una via di mezzo tra una fascia e un classico marsupio. E’ l’ideale per chi ritiene che l’uso della fascia non sia facile. Ha una struttura innovativa, con un’ottima distribuzione del peso su busto e schiena poichè utilizza un supporto strutturato. Innovativo per chi vuole portare bimbi ormai grandi, ma anche neonati a partire dai 3 kg, grazie all’uso di  appositi inserti.

Perche scegliere di usare una fascia portabebè

Sono tanti i motivi per cui vale la pena avvicinarsi al mondo delle fasce. Di sicuro la fascia è ottima non solo per le mamme, ma anche per i papà. Portare i bambini in una fascia è piu comodo che tenerli in braccio, meno stancante, e soprattutto lascia l’opportunita di avere le mani libere, cosi da poter svolgere altre mansioni, o giocare con gli altri figli, riducendo anche quella piccola gelosia che nasce a volte negli altri fratelli. Le fasce mantengono il bambino al sicuro, cresce meglio e sembra che la vicinanza alla mamma o al papà lo faccia anche piangere di meno. Allattare è piu’ comodo e anche addormentare il piccolo sarà più facile.  Molti medici concordano sul fatto che le fasce offrono davvero molti vantaggi: la vicinanza del genitore, il contatto, il ritmo quando si cammina, il battito del cuore rendono i  bambini piu felici, più sani e ne aiutano la crescita.

Gli accessori

Sul sito Tabata esiste anche una sezione particolarmente innovativa dove troverete molti accessori utili per portare i bambini nelle fasce anche in condizioni climatiche difficili, come la cover in feltro, per proteggere i l bambino da pioggia o vento. Ma ne esistono anche di  impermeabili, di lana, o più leggere per l’estate, a seconda delle vostre esigenze.

Contatti

http://tabatashop.com/

Potete seguire Tabata anche su facebook: http://www.facebook.com/pages/Tabatashop/270137829692025

telefono: + 39.0332244650
email: info@tabatashop.com

 

Articolo scritto da Roberta

9 risposte a “Tabata: tanti modi per portare il proprio bebè!”

  1. bsammy

    Con il primo figlio ho utilizzato parecchio il marsupio ergonomico anche in casa per fare dei lavori essendo lui molto bisognoso del contatto materno mi è stato molto utile, la seconda è un pò più indipendente, anche se i primi mesi avevo l’esigenza di doverla sempre addormentare in braccio con notevole stress per la schiena, sono un pò pentita di non aver scoperto prima questo sito, probabilmenta avrei acquistato qualcosa, sono articoli utili che consiglio vivamente, inoltre non c’è cosa più bella del contatto costante del proprio bambino.
    Grazie dei consigli e buona giornata!

    Rispondi
  2. Serena

    Ciao Linda, che bell’articolo! Anch’io ho usato per entrambi i miei bambini il marsupio, è stata una vera comodità! Peccato non aver comprato anche una fascia, avrebbero sicuramente dormito più comodi (era il loro passatempo preferito) il contatto con la mamma e il mivimento della camminata concilia sempre!
    P.s. ora anch’io ho un blog! http://fairycreativa.blogspot.com/ Serena.

    Rispondi
  3. chiara

    ‎5 anni fa ho avuto una bimba prematura e il consiglio dello staff che ci ha seguito in patologia neonatale è stato di fare marsupio terapia continua. E quindi mi sono messa alla ricerca della fascia giusta per noi. Dopo prestiti di fasce lunghe chilometri (non sono un gigante e la bimba era poco più di 2 kg alla dimissione), che non sapevo come gestire e soprattutto troppo rigide per la mia piccola, una amica da TelAviv mi ha regalato le fasce Loopi. E’ stato amore a prima vista. Sono di cotone leggermente elasticizzato, sono 2 tubolari e una fascia di sicurezza. Non c’è modo di sbagliare posizione, non costringono i movimenti, si indossano in un secondo, sono morbide, etcc
    Da qui poi ho avuto le richieste di altre mamme di bimbi prematuri, così ho chiesto al produttore in Israele di mandarne un po’.
    Mi interessa la diffusione del concetto di portare i bimbi e del conseguente beneficio che se ne può trarre.
    Ho aperto un gruppo qui su fb, https://www.facebook.com/groups/60376766209/, venite a trovarmi!

    Rispondi
  4. Cristina - Sìsonotuttimiei

    Questo è proprio un bel post, chiaro, che spiega bene tutte le possibili opzioni. Quattro anni fa, quando ho iniziato a cercare la mia prima fascia, per la mia quarta figlia (le ho conosciute vedendo una nuova vicina di casa che la usava per la sua bambina) ho fatto molta fatica a districarmi tra le scarne informazioni che trovavo in giro, per non parlare del fatto che non ho potuto vederne nessuna dal vivo. Perciò mi sono lanciata “nel buio” acquistando una fascia lunga elastica, con cui mi sono trovata super bene. Con l’arrivo della quinta cucciola è arrivata anche una pouch sling (per gli spostamenti veloci) ed un mei tai per la schiena (da sola non sono mai riuscita a portare dietro!).
    E le uso ancora!!

    Rispondi
  5. Roberta

    Bellissimo articolo! Io odio il passeggino e appena nato il mio bimbo sono corsa a prendere un marsupio comodissimo che tra me e mio marito abbiamo usurato! Ora che è grandicello, 1 anno, lo porto in un marsupio da schiena. E’ comodissimo, le mani sono libere e il piccolo si sente sempre coccolato! Di sicuro per i prossimi bimbi userò ancora marsupio o fascie, ora mi faccio un giretto sul sito che indichi! 🙂
    Non capisco solo certi sguardi straniti quando giro con il bambino che dorme tranquillo sulla mia schiena…

    Rispondi
  6. Barbara F.

    Ciao Linda, sono Barbara, mamma di Noemi (5 anni) e Samuele (2). Con la prima ho usato pochissimo il marsupio che mi era stato regalato ma che per me era scomodissimo (probabilmente non era un modello ergonomico). Con Samuele ho usato la fascia: un regalo fantastico e strautilizzato: il pupo ha passato i suoi primi sette mesi di vita appeso sulla pancia mia o di mio marito!
    Ora è cresciuto e ti giuro che quando vedo per strada qualche mamma (purtroppo dalle mie parti ancora poche!) con il bimbo nella fascia, mi viene una grande nostalgia di questo modo di portare fantastico, non solo per il piccolo ma anche per la mamma. Ti sembra di avere ancora il pancione e si instaura un rapporto bellissimo!
    Io ho usato la fascia lunga elastica e, avendo provato solo quella, la consiglio. Se dovessi avere un altro figlio penso che proverei anche il mei tai…
    un saluto e grazie per questo post!

    Barbara f.

    Rispondi
  7. Irene

    Che post carino, è sempre gradito che venga divulgato il baby wearing!
    Noi non abbiamo mai avuto nè culla nè passeggino nè altri supporti inanimati.
    Io ho usato il mei tai con la mia prima bambina dalla nascita ai 15 mesi. poi lei voleva salire e scendere e siamo passate al seggiolino da anca.
    Adesso con la seconda, nata da poche settimane, uso moltissimo la fascia ad anelli. Comoda anche per la più grande (due anni e mezzo) quando vuole.

    Rispondi
  
  
  
  
  

Lavoriamo insieme!

Scopri come promuoverti
su Pane, Amore e Creatività

Lasciati ispirare!

Creatività: tutto ciò che prima non c'era, ma realizzabile in modo essenziale e globale.
James Taylor (economista)