Intervista ai creativi: Chiara Zorzenon in arte La zucca vanitosa

A sorpresa ritornano con il nuovo anno le interviste ai creativi, oggi vi presento Chiara in arte La zucca vanitosa, creatrice di splendidi bijou!

Parlaci di te e dei tuoi progetti per il futuro

Mi chiamo Chiara, alias La Zucca Vanitosa. Ho quasi 32 anni e la vita mi ha portato dalla mia città natale, Torino, passando dalla Brianza fino a L’Aquila post terremoto dove ora vivo con passione.

Ho lasciato la frenetica Milano per scegliere una vita a contatto con i ritmi della natura, in cui sono immersa e che è diventata fonte di ispirazione dei miei gioielli.

La realtà aquilana oggi, sebbene ricca di fermenti e di giovani talentuosi, è purtroppo per tante cose ferma al 6 aprile 2009, per mancanza di fondi e di risorse, ma nel mio piccolo cerco di continuare a lavorare con impegno e con dedizione per creare il mio piccolo mondo.

Lavorando a casa, immersa nel verde, ho modo di osservare gli impercettibili quanto stupefacenti cambiamenti della natura intorno a me e tutto questo si riflette nei gioielli che creo. Ho partecipato al concorso Premio Art Gallery, un contest dedicato a giovani talenti emergenti nel mondo del design, arrivando nei primi 10 finalisti su 600 partecipanti.

La passione per la bigiotteria nasce in un caldo ma luminoso pomeriggio di agosto.

Passeggiando per i meravigliosi viali di Aix-en-Provence entrai in un piccolo negozietto e rimasi completamente fulminata. C’era un mondo di colori che andavano dal bianco panna fino al nero passando da tutte le gradazioni e tonalità, di tutti i colori e forme! Comprai un pò di cose a caso e tornai alla mia amata Celle Ligure con un sacchetto di materiale e tanta voglia di sperimentare. E fu così che in un altro pomeriggio, questa volta nuvoloso e troppo freddo con il mare come una tavola di cobalto, iniziai ad annodare fili di cotone e da allora non ho più smesso.

Nel futuro mi piacerebbe trasformare questa mia piccola passione in un’attività a tempo pieno, in qualcosa di concreto e duraturo.

Parlaci della tua creatività: di quello che crei, dei materiali che usi e delle tecniche che applichi.

All’inizio era solo un piccolo hobby per indossare collane solo mie: infatti odiavo l’idea di avere al collo bigiotteria senza una storia, prodotta in serie. Questo spunto è diventato fondamentale quando lasciato il mondo del marketing per le grandi aziende ed ho ho iniziato a produrre collane. Il concetto base è l’idea di produrre pezzi unici, assolutamente irripetibili per le idee e il materiale utilizzato che spesso importo dai numerosi viaggi in giro per il mondo. Ogni collana ha un’anima, un nome tutto suo e una storia da raccontare.

Chi sceglie La Zucca Vanitosa è una donna vanitosa! Nel senso che desidera indossare un qualcosa di unico e inimitabile. Ogni gioiello de La Zucca Vanitosa racconta una storia, ha un vissuto, un immaginario e un nome: in quel gioiello si condensa un piccolo mondo che cerco di raccontare prima in colori e forme e poi anche in parole. Sono piccole storie che attingo dal mondo che mi circonda, da quello che amo, dal cinema, dalla letteratura, dal mondo della fantasia e dalla natura.

I materiali un pò li acquisto on line su diversi negozi riforniti delle migliori qualità, altri, come dicevo prima, li porto con me dai miei viaggi trascinando anche suggestioni ed emozioni che poi trasmetto nelle creazioni.

Uso come materiale base il filo, strumento duttile a infinite variazioni: amo mischiare materiali semi preziosi come perle e cristalli con altri “poveri” come il legno e il vetro, per creare un continuo contrasto e suggestione.

E anche i colori hanno un’importanza assoluta. Da sempre il mio colore preferito è il verde, il colore della vita secondo me, ma anche il colore dell’Irlanda, una delle mie grandi passioni: è un colore che lego indissolubilmente alle verdi brughiere irlandesi e alle suggezioni delle leggende, di folletti e fate. E’ un colore arcaico, profondo, variegato e incredibilmente affascinante che rimescola in me emozioni mai sopite.

Ma nelle mie creazioni non escludo nessuno colore: li amo tutti e li uso tutti come in natura. Mi piace soprattutto usarli in maniera “stagionale”, seguendo i ritmi della natura e giocando con i riferimenti a frutti, fiori, suggestioni che appartengono a ogni stagione, a volte anche con accostamenti inediti. Altre volte invece, attingo dal mondo della cucina, dai sapori e dai profumi che girano per la mia casa ma anche che ho assaporato e scoperto nel mondo e nelle culture diverse da me.
Anche l’aspetto culturale legato ai colori è fondamentale: ogni cultura e ogni popolo usa il colore in maniera differente e questo, se usato con rispetto, innovazione e curiosità può dare vita a ottimi risultati.

Raccontaci un tuo sogno nel cassetto

Il mio sogno nel cassetto è avviare un’attività in proprio che possa diventare davvero un lavoro e farmi conoscere magari dando vita a qualche sinergia con giovani artigiani e designer di moda.

Dove possiamo vedere le tue creazioni?

Le mie creazioni sono in vendita in diversi negozi a L’Aquila e su alcuni e-commerce come:

http://it.artesanum.com/negozio-la_zucca_vanitosa-1389-1-0.html
http://www.misshobby.com/it/negozi/la-zucca-vanitosa

Contatti

Blog: www.zuccavanitosa.it

Tags: No tags

2 Responses

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *